Benvenuti nel sito della Regione Calabria - Trasporti pubblici locali

Salta la navigazione principale.

Sei in: Home Regione Calabria Home Agenzia regionale reti e mobilità
 
 

Agenzia regionale reti e mobilità

L’Agenzia regionale reti e mobilità  è un organismo regolamentato in base all’art. 13 della Legge regionale 31 dicembre 2015, n. 35 , “Norme per i servizi di trasporto pubblico locale”, pubblicata sul BURC n. 96 del 31 dicembre 2015.

L’Agenzia è dotata di un proprio Statuto definito dalla Giunta regionale costituita mediante scissione parziale della s.r.l. Ferrovie della Calabria, per scorporazione del ramo d’azienda relativo alle attività di gestione e manutenzione delle infrastrutture della rete ferroviaria regionale non interconnessa, servizi di interesse generale necessario per il perseguimento delle finalità istituzionali della Regione Calabria.

All’Agenzia è delegato l’esercizio delle funzioni svolte da ART-CAL in tema di affidamento e esecuzione dei contratti di servizio e di stipula degli accordi con i proprietari o concessionari dei beni strumentali all’effettuazione dei servizi;  l’accesso alle reti, agli impianti, alle infrastrutture, e in generale ai beni mobili e immobili individuati come strumentali all’effettuazione del servizio,

L’ Agenzia regionale reti e mobilità svolge le seguenti funzioni:

a) cura la manutenzione e gestione della rete ferroviaria regionale e degli impianti e infrastrutture ad essa connessi, e delle altre infrastrutture di trasporto di proprietà regionale;

b) attua le procedure di progettazione e realizzazione delle infrastrutture di trasporto di proprietà della Regione;

c) provvede all’acquisto del materiale rotabile nonché dei beni mobili strumentali per l’effettuazione del servizio, al fine di metterlo a disposizione dell’operatore aggiudicatario;

d) offre servizi complementari e funzionali alle attività di trasporto.

Sono organi statutari: l’Assemblea dei soci; il Consiglio di amministrazione; il Collegio sindacale.

Il Consiglio di amministrazione è composto dal Presidente, che assume la rappresentanza legale dell’Agenzia,  da un componente, nominati dal Presidente della Giunta regionale e da un componente eletto dall’Assemblea dei soci.

Il Collegio sindacale è composto da tre membri effettivi e due sindaci supplenti.

Le spese di funzionamento dell’Agenzia regionale reti e mobilità sono coperte in parte da contributi della Regione e degli enti locali,  e dai ricavati ottenuti da una tassa applicata alle imprese che effettuano servizi di trasporto pubblico locale autorizzati in regime di libero mercato.